Aeqium, la nascita di un luxury beauty brand.

Aeqium è un caso interessante di beauty communication, perché nasce come luxury brand digitale, senza però avere alle spalle star come Rihanna, ne’ vip come Chiara Ferragni, ne’ medici famosi come Augustinus Bader. Cosa abbiamo trovato di interessante su cui costruire lo storytelling di Aeqium? Una visione della bellezza della pelle come healthy skin, ossia una pelle sana e in equilibrio, ageless, ottenuta con un trattamento da dentro con i nutraceutici e da fuori con i cosmetici. L’altro elemento interessante è la mediterraneità delle formulazioni, in cui sono presenti antiossidanti estratti da piante del bacino nediterraneo, tra le quali svetta l’idrossitirosolo, una molecola estratta dall’olivo, alla base del potere anti-infiammatorio della dieta mediterranea. E’ bastato accorgersi che anche il pack era blu, come il nostro mare, per orientare la struttura narrativa del nuovo brand. E lo storytelling è nato, preciso, necessario, illuminato dalle luci soleggiate del fotografo spagnolo Fernando Gomez, dal viso di Beatrice Brusco, e dalle parole chiave della storia. Tutto ha contribuito a posizionare Aeqium come un brand italiano, nato da un felice incontro tra scienza, lusso e mediterraneità. Oltre allo sviluppo dello storytelling e dei contenuti visivi (scattati con il beauty pohotographer Fernando Gomez e con il fotografo Alberto Narduzzi per la parte scientifico-istituzionale), ci siamo occupati anche dei contenuti social.